Register  Login  Active Topics  Maps  

Domande in merito alle preposizioni

  Tags: Syntax | Italian
 Language Learning Forum : Italiano Post Reply
12 messages over 2 pages: 1 2  Next >>
Wort
Groupie
Austria
Joined 3183 days ago

82 posts - 87 votes 
Speaks: German*
Studies: English, Spanish

 
 Message 1 of 12
2012 24 June at 5:46pm | IP Logged 
Ciao a tutti!

Io sono nuovo al foro e ho notato che è un po' abbandonato qui in questo parte purtroppo. Per questo ho deciso
scrivere la mia domanda sopra le preposizioni.

1: Quando si contrano il articolo con la preposizione?
Per esempio: andare AL lavoro, andare AL cinema,... Ma il mio libro dice: andare A teatro.
Allora, ci sono alcune regole dell'uso?

2:Tanto "a" quanto "da" (tra le altre cose) descrivono una direzione. Ma quando si usa "a" e quando "da"? O sono
equivalenti?
Per esempio: Vado alla scuola. --> a; Vado da Stefano. --> da.
Ambi sono direzioni, dunque io sono un po' confuso.

In conclusione voglio dire che sono un principiante e mi scuso per i miei errori. Forse potete correggere questo
"post", per favore?

Saluti! :)


1 person has voted this message useful



Killian
Newbie
Italy
Joined 4776 days ago

23 posts - 27 votes
Speaks: Italian*
Studies: German

 
 Message 2 of 12
2012 27 June at 1:49pm | IP Logged 
Wort wrote:
Ciao a tutti!

Io sono nuovo al foro e ho notato che è un po' abbandonato qui in questo parte purtroppo.

Riscriverei la tua frase come "Io sono nuovo nel forum e ho notato che è un po' abbandonato in questa parte (o, meglio, "in questa sezione").
Quote:
Per questo ho deciso
scrivere la mia domanda sopra le preposizioni.

1: Quando si contrano il articolo con la preposizione?
Per esempio: andare AL lavoro, andare AL cinema,... Ma il mio libro dice: andare A teatro.
Allora, ci sono alcune regole dell'uso?

In questo momento non sono in grado di risponderti. Come madrelingua, in genere so quale è l'articolo corretto senza ricordare la regola grammaticale. Il tuo libro riporta correttamente "andare a teatro". Se riesco provo a trovare la regola grammaticale.
Quote:

2:Tanto "a" quanto "da" (tra le altre cose) descrivono una direzione. Ma quando si usa "a" e quando "da"? O sono
equivalenti?
Per esempio: Vado alla scuola. --> a; Vado da Stefano. --> da.
Ambi sono direzioni, dunque io sono un po' confuso.

In generale, "a" si usa quando si sta andando verso un luogo, mentre "da" si usa quando arrivo da un certo luogo. Come ho scritto sopra, uso le forme "a" e "da" senza ricordare la regola grammaticale, se ce la faccio cerco anche questa regola.
Quote:

In conclusione voglio dire che sono un principiante e mi scuso per i miei errori. Forse potete correggere questo
"post", per favore?

Saluti! :)


Non preoccuparti per i tuoi errori, ne fanno molti anche gli stessi Italiani, anche io a volte.

Ciao :)
1 person has voted this message useful





Iversen
Super Polyglot
Moderator
Denmark
berejst.dk
Joined 5346 days ago

9078 posts - 16471 votes 
Speaks: Danish*, French, English, German, Italian, Spanish, Portuguese, Dutch, Swedish, Esperanto, Romanian, Catalan
Studies: Afrikaans, Greek, Norwegian, Russian, Serbian, Icelandic, Latin, Irish, Lowland Scots, Indonesian, Polish, Croatian
Personal Language Map

 
 Message 3 of 12
2012 28 June at 12:24pm | IP Logged 
Mi piace indagare sulle asserzioni riguardanti il linguaggio con metodi empirici, e Google è un ottimo strumento (anche se, come altri ottimi strumenti, da usare con cautela!):

"a teatro" -not -B&B -breakfast <--- il criterio
Circa 3.690.000 risultati

"a teatro" -not -B&B -breakfast - hotel
Circa 3.230.000 risultati

"al teatro" -not -B&B -breakfast
Circa 14.100.000 risultati

"al teatro" -not -B&B -breakfast -hotel
Circa 10.600.000 risultati

"andiamo a teatro"
Circa 64.500

"andiamo al teatro"
Ca. 326.000

ma

"andiamo a cinema"
Circa 2.160 risultati

"andiamo al cinema"
Circa 800.000 risultati   

"andiamo a concerto"
Esattamente 23 risultati

"andiamo al concerto"
Circa 114.000 risultati

---

Generalmente si può dire che le frase con "al" sono molto più numerose delle frase con "a" solo (anche se l'impressione generale viene disturbata da innumerevoli nomi su BB, alberghi e ristoranti). Ma come si vede dai numeri "al teatro" è sempre più comune di "a teatro" (e "a concerto" è quasi inesistente con un verbo di mozione). Per qualificarsi a essere usato senza articolo il luogo dell'evenimento (teatro, concerto o cinema) dev'essere usato senza nome concreto:

Divertiamoci a teatro.
Qualche volta andiamo a teatro ...

Ci siamo divertiti tantissimo, anche se non è la prima volta che andiamo a teatro.


Ma si può anche usare l'articolo:

E' da un po' di tempo che io la rana il sabato pomeriggio ce ne andiamo al teatro

Con un nome concreto si usa normalmente l'articolo:

Come arrivare al Teatro Malibran

si alzava in piedi e urlava "yeah, andiamo al teatro della luna" ... questo ogni mezz'ora circa!


Come si vede, l'uso di/del teatro con un verbo di movimento è relativamente raro. Ma la maggior parte degli altri esempi sull'internet sono 'senza direzione', e le tendenze anche affettano queste altre frase: più il senso è generale ed astratta, più l'articolo è assente nella struttura:

Divertiamoci a teatro.

Il video deve semplicemente raccontare una serata a teatro, la visione di uno spettacolo o di una performance


Con un nome concreto o altra precisazione l'uso dell'articolo è quasi obbligatorio:

Il balletto 'L'altra metà del cielo' al Teatro alla Scala dal 31 marzo al 13 aprile 2012

Il Museo archeologico al teatro romano è un centro permanente di esposizione archeologica di Verona


Purtroppo ci vorrebbe troppo tempo per indagare così rispetto a tutte le parole e tutte le espressioni di una lingua, ma è utile farlo di tanto in tanto per vedere i resultati.

Edited by Iversen on 2012 29 June at 9:33am

1 person has voted this message useful



Medulin
Tetraglot
Senior Member
Croatia
Joined 3311 days ago

1199 posts - 2192 votes 
Speaks: Croatian*, English, Spanish, Portuguese
Studies: Norwegian, Hindi, Nepali

 
 Message 4 of 12
2012 28 June at 6:46pm | IP Logged 
"vado dal dentista"   -I'm going to the dentist's
''di ritorno dal dentista'' - back from the dentist

;) DA can mean both TO/TOWARD and (BACK) FROM

And what about this:
vado in bar - vado al bar ';)
I've heard both

Many times, I've heard IN with cities (instead of A): abito in Ancona ;)



Edited by Medulin on 2012 28 June at 6:56pm

1 person has voted this message useful



Aquila123
Tetraglot
Senior Member
Norway
mydeltapi.com
Joined 3949 days ago

201 posts - 262 votes 
Speaks: Norwegian*, English, Italian, Spanish
Studies: Finnish, Russian

 
 Message 5 of 12
2012 29 June at 12:52am | IP Logged 
In Italiano il verbo di solito indica la direzione, il preposizione indica spesso soltanto il luogo.

Sempre prima Si deve scegliere il verbo giosto o la frase verbale giusta e poi il preposizione giusto.

Quando si usa il preposizione "da", parlando dei uomini, il preposizione non indica nulla riguardo alla direzione.


1 person has voted this message useful



blas blas
Newbie
Italy
Joined 3312 days ago

14 posts - 29 votes
Studies: English

 
 Message 6 of 12
2012 08 July at 8:02pm | IP Logged 
Wort wrote:
Ciao a tutti!

Io sono nuovo al foro e ho notato che è un po' abbandonato qui in questo parte purtroppo. Per questo ho deciso
scrivere la mia domanda sopra le preposizioni.

1: Quando si contrano il articolo con la preposizione?
Per esempio: andare AL lavoro, andare AL cinema,... Ma il mio libro dice: andare A teatro.
Allora, ci sono alcune regole dell'uso?

2:Tanto "a" quanto "da" (tra le altre cose) descrivono una direzione. Ma quando si usa "a" e quando "da"? O sono
equivalenti?
Per esempio: Vado alla scuola. --> a; Vado da Stefano. --> da.
Ambi sono direzioni, dunque io sono un po' confuso.

In conclusione voglio dire che sono un principiante e mi scuso per i miei errori. Forse potete correggere questo
"post", per favore?

Saluti! :)



Come rule of thumb, direi che "vado a teatro", con la preposizione semplice, implica un riferimento al teatro in generale: "vado a teatro due o tre volte l'anno";
la preposizione articolata ("al") implica invece un riferimento specifico a quel particolare teatro: "domani sera andremo a vedere l'Otello al Teatro Malibran", cioè: vedremo lo spettacolo proprio al Malibran, non in un altro teatro.

"a" e "da": per un Italiano, la domanda contiene in sé la risposta, nel senso che in termini grammaticali chiamiamo "moto a luogo" l'andare verso un luogo e "moto da luogo" il provenire da un luogo: "domani vado a Milano col treno", "Mario è tornato ieri da Milano".

Hope this helps.

p.s.: il sistema corregge automaticamente la "i" minuscola (lower case) di "italiano" con la maiuscola (upper case): segnalo che i nomi di nazionalità nella mia lingua non prendono l'iniziale maiuscola.

Edited by blas blas on 2012 09 July at 1:31pm

1 person has voted this message useful



dampingwire
Bilingual Triglot
Senior Member
United Kingdom
Joined 3308 days ago

1185 posts - 1513 votes 
Speaks: English*, Italian*, French
Studies: Japanese

 
 Message 7 of 12
2012 08 July at 11:01pm | IP Logged 
blas blas wrote:

"a" e "da": per un Italiano, la domanda contiene in sé la risposta,


Purtroppo c'e` anche "in":

Mia figlia e` andata in Italia/a Venezia per un mese.



1 person has voted this message useful



blas blas
Newbie
Italy
Joined 3312 days ago

14 posts - 29 votes
Studies: English

 
 Message 8 of 12
2012 09 July at 1:38pm | IP Logged 
dampingwire wrote:
blas blas wrote:

"a" e "da": per un Italiano, la domanda contiene in sé la risposta,


Purtroppo c'e` anche "in":

Mia figlia e` andata in Italia/a Venezia per un mese.




Eh sì, capisco che qua siamo in un campo in cui le eccezioni son più delle regole.
Noi Italiani abbiamo l'ovvio vantaggio che tutta 'sta roba la impariamo da piccoli, per osmosi. Per uno straniero dev'essere dura...
Nel caso specifico, direi che avere un po' di orecchio può aiutare a risolvere i casi dubbi, nel senso che "vado a Italia" suona proprio male. Si tratta - credo - della stessa regola di eufonia per cui in francese devo usare il possessivo "mon" sia per il maschile che per il femminile quando il sostantivo inizia per vocale ("mon ami", "mon amie").
L'unica è leggere, leggere, leggere, e ascoltare, ascoltare, ascoltare, il che credo valga come regola generale per qualunque lingua.
La norma grammaticale vale fino a un certo punto, è l'uso concreto che prevale e quello lo impari solo dai madrelingua.

Edited by blas blas on 2012 09 July at 1:47pm



1 person has voted this message useful



This discussion contains 12 messages over 2 pages: 2  Next >>


Post ReplyPost New Topic Printable version Printable version

You cannot post new topics in this forum - You cannot reply to topics in this forum - You cannot delete your posts in this forum
You cannot edit your posts in this forum - You cannot create polls in this forum - You cannot vote in polls in this forum


This page was generated in 0.3438 seconds.


DHTML Menu By Milonic JavaScript
Copyright 2021 FX Micheloud - All rights reserved
No part of this website may be copied by any means without my written authorization.